Gli Indici BFF sui Fondi Pensione

L’andamento dei Fondi Pensione Aperti e Negoziali in Italia ad Aprile

Anche ad aprile i Fondi Pensione Italiani hanno conseguito delle performance complessivamente positive, con i Negoziali (FPN) apprezzatisi dello 0,50% (in base all’indice BFF-MI Generale) e gli Aperti (FPA) dello 0,35% (secondo l’indice BFF Generale), portando i guadagni realizzati nel 2021 rispettivamente all’1,8% e all’1,9%. Se gli Azionari hanno guidato il rialzo (+2,3% i FPN, +1,6% i FPA), una fetta rilevante di Fondi Pensione in cui gli italiani sono ampiamente investiti è leggermente arretrata, ovvero i Monetari (-0,03% i FPN, -0,09% i FPA), gli Obbligazionari (-0,09% i FPN, -0,46% i FPA) e i FPA Bilanciati Obbligazionari (-0,10%).

Le tipologie di Fondi a maggior contenuto azionario hanno tratto beneficio dall’andamento positivo delle Borse occidentali, stimolato dal miglioramento dei dati sulla crescita economica, dall'avvio di una positiva stagione delle trimestrali americane e dall’intensificazione della lotta contro la pandemia (con il raddoppio ad oltre 1 miliardo dei vaccini somministrati a livello globale nel corso del mese di aprile), pur frenate dall’apprezzamento dell’euro nei confronti delle principali valute. I fondi a prevalente contenuto obbligazionario hanno invece risentito della salita dei tassi di interesse a lungo termine europei (alla base del rafforzamento della moneta unica, che nei confronti del dollaro si è avvantaggiata anche del rinnovato atteggiamento accomodante della Federal Reserve), riflesso dei segnali di ripresa dell'economia.

 

Ad aprile il miglioramento dei dati di crescita e l'intensificazione della lotta contro la pandemia hanno trainato al rialzo le principali Borse e i tassi di interesse europei, con effetti positivi sui Fondi Pensione Azionari e negativi su quelli Obbligazionari.
 

 

 

Richiedi l'analisi completa inviando un'e-mail a newsroom@bff.com